comune di Brugnera

A Brugnera è lo splendido parco di Villa Varda, che lambisce le rive del Fiume Livenza, ad accogliervi e conquistarvi, coinvolgendovi fin da subito in un’atmosfera tipica delle ville venete, romantica e pittoresca tra prati verdi, viali di tigli e varietà arboree di pregio.

Patria nel Seicento del poeta Ludovico Leporèo, scrivano sotto il papato di Clemente VIII, è un territorio storicamente vocato alle attività agricole. Solo negli ultimi decenni si è sviluppata la tradizione artigianale.

È questa infatti la zona dove pulsa il cuore del Distretto del mobile, centro produttivo di rilievo nazionale, che riunisce le tante aziende sorte quasi spontaneamente nella seconda metà del ‘900.

Storia di Brugnera

Feudo dei signori di Prata e Porcia, Brugnera nasce e si sviluppa in epoca medievale, anche se è probabile che le sue radici affondino in un’epoca ancora precedente. Il suo nome deriverebbe da prunaria, luogo di molti pruni.

Attorno all’anno Mille, risale la costruzione di un castello realizzato su un’isola del fiume Livenza, edificio di controllo di quell’importante via fluviale di comunicazione e di collegamento con il trevigiano.

Nei secoli successivi, il territorio finisce, come quasi tutta la regione, sotto la dominazione della Serenissima. Nel 1797, gli subentra l’impero di Napoleone e poi la successiva cessione agli Austriaci. Brugnera diventa italiana nel 1866, dopo la vittoria della Terza Guerra d’Indipendenza.

Approfondisci sul sito del Comune di Brugnera

centro storico
La Chiesa parrocchiale dei Santi Giacomo Apostolo e Nicola Vescovo ha un impianto originario che risale al XVI secolo è stata radicalmente ristrutturata nell’Ottocento.

La Chiesa parrocchiale dei Santi Giacomo Apostolo e Nicola Vescovo ha un impianto originario che risale al XVI secolo è stata radicalmente ristrutturata nell’Ottocento.

Conserva, nell’ultima nicchia sinistra della navata, un affresco cinquecentesco, raffigurante Tutti i Santi, che un tempo si riteneva diPomponio Amalteo e ora viene attribuito con più sicurezza, a Francesco da Milano, databile al primo decennio del Cinquecento. Già rovinato, il restauro recente non ha potuto riconsegnare per intero la sua leggibilità.

All’interno della chiesa viene inoltre custodito un quadro di Marcello Fogolino, realizzato tra il 1521 e il 1525, raffigurate la Madonna col Bambino attorniata dai Ss. Filippo Giacomo e Cristoforo.

Leggi tutto »
Manifestazioni principali
Festa Del Vino
Tradizionale appuntamento primaverile a Brugnera, che si svolge nella frazione di San Cassiano e che ha come protagonisti assoluti i vini prodotti...
approfondisci
Da non perdere
Villa signorile del '500, immersa in un parco di 18 ettari che si estende...
La Chiesa San Cassiano è un edificio religioso ristrutturato in stile...
Situata nella frazione di Tamai, conserva al suo interno tracce di affreschi...

informazioni

Brugnera

Via Villa Varda, 2
33070 Brugnera

0434 616711
come arrivare
Calcola percorso da calcola
Sito ufficiale del turismo e degli eventi in provincia di Pordenone
Attendere!
Stiamo recuperando i tuoi preferiti ...