comune di Porcia

Tra le placide acque del rio Bujon, i salici piangenti, le antiche mura del castello, Porcia è capace di incantare chiunque con il suo pittoresco centro storico, le antiche torri, le acque e le mura medioevali.

Proprio in pieno centro storico, sotto le mura del castello, ci si può specchiare in un incantevole laghetto popolato da numerosi uccelli d’acqua, anatre e germani reali, nella cornice di un parco cittadino davvero unico.

A proteggere e mettere in risalto le architetture, un invidiabile patrimonio naturalistico, formato da laghetti, sorgenti e corsi d’acqua in cui si specchiano gli edifici.

Porcia, inoltre, accanto ai suoi tesori storico-artistici e naturali, è famosa anche per essere una realtà industriale che ha fatto storia nel pordenonese e non solo: basti ricordare la famiglia Zanussi e l’omonima azienda (marchio elettrodomestici REX), oggi parte della multinazionale svedese Electrolux.

Storia di Porcia
Porcia è stata sicuramente luogo di antichi insediamenti preistorici: nella frazione di Palse, sono stati infatti ritrovati reperti databili intorno all’VIII secolo a.C. Le prime notizie certe si hanno, però, a partire dal X-XI sec., quando viene realizzato il primo nucleo del Castello di Porcia. Il feudo nasce, da un punto di vista politico e amministrativo, agli inizi del '200 e rimarrà sotto il dominio dei Conti di Porcia fino alla sottomissione a Venezia, nel 1418.

Dopo la caduta di Venezia, Porcia si trovò coinvolta nelle guerre napoleoniche, in particolare fu uno dei centri in cui si sviluppò una grossa battaglia, che nel 1809 vide contrapporsi francesi ed austriaci (battaglia dei Camolli). Tornata austriaca, si congiunse all’Italia nel 1866.

Conserva intatta buona parte del centro storico, anche se purtroppo sono andate distrutte le otto torri che intervallavano l'antica cinta muraria a difesa della città.

Approfondisci su proporcia.it

centro storico
La costruzione risale al XVI secolo, poggia su colonne che racchiudono la Loggia, per cui l’edificio è formato da uno spazio aperto al pianterreno e da un ampio salone al primo piano. Saggi di scavo sulle fondamenta hanno messo in luce una pavimentazione antica in mattoni.

Sotto lo Loggia un tempo si teneva giustizia, civile e criminale.

Nel XIX secolo la loggia venne chiusa per ricavarne un vano, e a seguito di recenti restauri è stata riportata al suo stato originario.

Leggi tutto »
Si tratta di una tipica torre che serviva a difendere l'accesso al paese. Oggi appare come una costruzione massiccia, di impianto medioevale, con al culmine delle merlature e con i due quadranti dell’orologio, uno rivolto all’interno e uno all’esterno del borgo.

In passato era dotata di un ponte levatoio per superare il fossato difensivo.

Sulla torre era posta una campanella che serviva sia a scandire i ritmi civili che a segnalare l’eventuale avvistamento di nemici. Tale oggetto, datato 1474, fu asportata dall’esercito austro–ungarico durante la Prima guerra mondiale e fu sostituto con un nuova campana alla fine delle ostilità. In una stanzetta all’ultimo piano esiste ancora il meccanismo dell’orologio originale.

Fonte: Proporcia.it

Leggi tutto »
A partire dal XII secolo il castello di Porcia è stato dimora permanente della nobile famiglia dei Porcia e Brugnera, che governarono queste terre per ben otto secoli

A partire dal XII secolo il castello di Porcia è stato dimora permanente della nobile famiglia dei Porcia e Brugnera, che governarono queste terre per ben otto secoli. L'edificio divenne, così, il centro di importanti vicende politiche e culturali della storia friulana. Qui vi soggiorneranno imperatori quali Carlo V (1532) ed Enrico III d'Asburgo, apprezzandone, come riportano i memoriali dell'epoca, il buon vino, la cucina e l'ospitalità.

Nel corso dei secoli, l'edificio ha perso l'aspetto originario, che era quello di una torre possente, posizionata su una altura e circondata da un ambiente naturale ricco di corsi d’acqua. Oggi, ci appare come una nobile residenza di stile rinascimentale.

Leggi tutto »
Attestato nel 1262, riedificato nel XVI e modificato nel XIX secolo, il Duomo di Porcia vanta origini che si possono far risalire all'anno 1000, forse addirittura al periodo longobardo.

Attestato nel 1262, riedificato nel XVI e modificato nel XIX secolo, il Duomo di Porcia vanta origini che si possono far risalire all'anno 1000, forse addirittura al periodo longobardo. Infatti, ne viene fatta menzione per la prima volta nel testamento di Guecello II di Prata nell’anno 1014, allorché si parla della cappella del Castello di Brugnera, di cui la chiesa di Porcia è contemporanea, se non addirittura più antica, e la dedica a San Giorgio potrebbe risalire ad epoca longobarda.
Leggi tutto »
Proprio di fronte alla chiesa di S. Maria, si trova il Palazzo del Feudo, costruzione che risale probabilmente alla metà del ‘500. Presenta una facciata magnificamente ornata con statue in stucco romano che rappresentano alcune divinità pagane.

Proprio di fronte alla chiesa di S. Maria, si trova il Palazzo del Feudo, costruzione che risale probabilmente alla metà del ‘500. Presenta una facciata magnificamente ornata con statue in stucco romano che rappresentano alcune divinità pagane.

Originariamente, il solenne portale bugnato e stemmato, che dà ora accesso ad un negozio, era posto su un portone a destra dell’attuale e dava accesso a un giardinetto interno. Il muro che cingeva tale giardinetto è stato abbassato, e il portone trasferito.

Leggi tutto »
Manifestazioni principali
Concorso Internazionale “Città di Porcia”
Il Concorso Internazionale “Città di Porcia” punta sulla valorizzazione degli strumenti a fiato. È tra i 15 concorsi in Italia che possono...
approfondisci
Da non perdere
Una delle più importanti ville venete della regione, costruita tra la fine...
  Situata in località Pieve, che da essa prende il nome, è la chiesa più...
In località Rorai Piccolo, in posizione decentrata rispetto all’insediamento...

Le prime notizie di questa Chiesa risalgono al 1369. All’epoca Porcia era...
informazioni

Porcia

33080 Porcia

come arrivare
Calcola percorso da calcola
Sito ufficiale del turismo e degli eventi in provincia di Pordenone
Attendere!
Stiamo recuperando i tuoi preferiti ...