COSA FARE / Natura / Acque

Prata di Pordenone

Tremeacque


Il nome di questa località deriva dal latino “inter ambas aquas” cioè “fra entrambe le acque” in quanto territorio alla confluenza del Meduna nel Livenza e di collegamento tra i fiumi.

Tremeacque costituisce uno tra gli snodi fluviali più suggestivi sistema idrovia rio del nosrd est italiano, per la ricchezza di vegetazione e la bellezza degli scorci panoramici: da decenni è frequentata via d’acqua turistica per la motonautica, specialmente a seguito del tradizionale raid Venezia-Pordenone.

Abitata in epoche lontane, Tremeacque ospitò per molti secoli un’offician (squero) per la costruzione di imbarcazioni, gestita dalla famiglia Dall’Ongaro. Uno dei rami di questa famigli, trasferitasi a Mansuè, diede i natali a Francesco Dall’Ongaro.

Prima della costruzione di Ponti di Tremeacque il passaggio da una sponda all’altra era affidato ai traghettatori.

A Tremeacque l’attività era dapprima gestita dai Monaci di San Martino Rotto poi fu affidata a varie famiglie.
Dopo lunghi anni di trattative, la costruzione fu avviata e nei primi mesi del 1917 vennero aperti al traffico i 2 Ponti, ma nel novembre dello stesso anno con la ritirata di Caporetto, vennero minati e fatti saltare. Furono riaperti provvisoriamente il 29 giugno 1929 con diversi problemi nella struttura. La loro definitiva ricostruzione fu effettuata nel 1922.


informazioni

Comune di Prata di Pordenone

Via Roma, 33
33080 Prata di Pordenone

0434 425111
come arrivare
Calcola percorso da calcola


Sito ufficiale del turismo e degli eventi in provincia di Pordenone
Attendere!
Stiamo recuperando i tuoi preferiti ...