COSA FARE / Natura / Parchi

Natura e archeologia a Montereale Valcellina


Il sentiero si snoda attraverso il versante meridionale dei rilievi montuosi del Monte Spia e del Monte Castello alle spalle dell’abitato di Montereale Valcellina, mettendo in luce parti di antichi tracciati andati perduti e ora ripristinati in sintonia con un ambiente che si era modificato a causa dell’abbandono del territorio e degradato dal rapido sviluppo della vegetazione.

Il sentiero inizia e chiude ad anello dalla torre del Dominu che si trova tra il municipio e l’omonima edicola votiva lungo l’attuale Via Ciotti per complessivi 5 Km; ma la presenza di varianti permette di percorrerlo anche per anelli di lunghezza minore.

Per il giro completo si impiegano circa 3 ore.

Si cammina in un ambiente dalle caratteristiche geologiche, paesaggistiche, storiche, naturalistiche di rilievo, indicate da pannelli informativi o tabelle segnaletiche.

Si possono incontrare specie floristiche protette di particolare suggestione, un ambiente vegetale ricco di biotipi diversi, ruderi e zone archeologiche di notevole interesse, punti panoramici e di osservazione faunistica attrezzati per la sosta pozze d’acqua per la piccola avifauna.

Durante il percorso si arriva ai ruderi di un castello "Castrum Montis Regalis" situato in posizione strategica di controllo: pianura alluvionale sottostante, forra del Cellina, sentiero di accesso alla Valle di Andreis per il passo di S. Antonio.

Eretto attorno al Mille ebbe certamente un ruolo significativo nel 1499 durante l’invasione dei Turchi che devastarono tutta la zona pedemontana.

Scavi archeologici condotti sul sito hanno portato alla luce resti di una torre di avvistamento di epoca romana.


informazioni

Comune di Montereale Valcellina

Via Ciotti, 122
33086 Montereale Valcellina

+39 0427 798782
come arrivare
Calcola percorso da calcola


Sito ufficiale del turismo e degli eventi in provincia di Pordenone
Attendere!
Stiamo recuperando i tuoi preferiti ...