COSA FARE / Sport / Cicloturismo & MTB

Dai parchi letterari alla città del Mosaico


Il percorso parte dalla centrale piazza Aquileia a SESTO AL REGHENA (km 0,0). Imbocchiamo via Zanardini e prendiamo a SX la ciclopedonabile che alla rotonda prosegue per via Levada, il fondo diventa sterrato, e al bivio continua a SX per via Piave. Dopo pochi metri attraversa la carreggiata e seguiamo verso SX la pista che termina con l’area di sosta. Andiamo avanti su stradina bianca, ignoriamo un piccolo incrocio, attraversiamo il ponticello sulla bella roggia Versiola e arriviamo all’altezza della chiesetta di s. Pietro (deviazione a DX per 100 m.). Finisce il fondo bianco, attraversiamo la strada asfaltata e continuiamo di fronte lungo via Stalis. Al ponticello sul fiume Lemene voltiamo a DX su strada bianca e troviamo i Mulini di Stalis (fin qui km 4,6). Proseguiamo, ignorando le stradine laterali, e arriviamo alla Fonte di Venchiaredo (ingresso a DX per 50 m.).

Proseguiamo, ritorna l’asfalto, attraversiamo l’incrocio, (a DX si raggiunge in 1.0 km Cordovado) andiamo dritti, lasciamo a SX un laghetto e allo Stop giriamo a SX in via Casette (SP 41) che seguiamo fino allo Stop dove svoltiamo a SX (indicaz. per Bagnarola) lungo via Monte Santo. Dopo circa 100 m. entriamo a DX nella stretta via Viali e, poco dopo il ponticello, voltiamo a SX in via Molini. Passiamo il grazioso BORGO MOLINO, poi la chiesetta di S.Rocco (con area di sosta e fontanella) e arriviamo allo Stop, dove andiamo a DX lungo via Vissignano. Percorriamo la SP 28 per circa 500 m. e voltiamo a DX in via Gleris (fontanella) (fin qui km 9,6). Dopo il ponticello sulla roggia Versa, la strada diventa bianca e al piccolo bivio andiamo a DX, passiamo la ferrovia, finisce il fondo bianco e arriviamo a GLERIS. Senza attraversare la SS 463, la costeggiamo verso SX, superiamo la fontanella, e sempre a SX imbocchiamo via del Cristo.

Dopo l’incrocio riprende la ciclabile, attraversiamo nuovamente la ferrovia, termina la ciclabile e arriviamo allo slargo con chiesetta. Siamo a SAVORGNANO. (A SX si va in 2,3 km alla Chiesetta di S. Petronilla). Andiamo a DX per via Savorgnano, prendiamo la ciclabile sulla SX, attraversiamo il passaggio a livello e, quando siamo vicini all’ospedale e la ciclabile gira a SX, ci riportiamo sulla DX e proseguiamo dritti fino all’incrocio. Di fronte a noi la Torre Grimana di S. VITO AL TAGLIAMENTO (fin qui km 15,2 ). Andiamo a SX e subito dopo a DX in piazzale Girone dove prendiamo la ciclabile di via Marconi, e sbuchiamo nella centrale elegante piazza del Popolo. (Da visitare importanti edifici e opere d’arte). Andiamo a SX, passiamo la Torre Raimonda, continuiamo dritti per via Pomponio Amalteo e all’incrocio giriamo a DX ( a SX si va alla Stazione Ferroviaria). Seguiamo la strada che curva a SX, passiamo il passaggio a livello e al bivio (chiesetta) continuiamo a DX fino al semaforo. Superato l’incrocio, dopo pochi metri giriamo a DX in via Prodolone, che seguiamo a lungo fino al bivio dove prendiamo a DX la stretta via con la roggia. Siamo nel piazzale, in centro a PRODOLONE, dove si affacciano il Castello e la Chiesa (da visitare). Alla rotonda antistante andiamo a DX (indic. per Casarsa), al bivio ancora a DX e continuiamo dritti per via S. Giovanni (tratti di ciclabile).

Superiamo il passaggio a livello e sbuchiamo sulla ampia e trafficata via Villa (SP1) (fin qui km19,2) che seguiamo verso SX. Siamo a S. GIOVANNI DI CASARSA. Lasciamo a DX via Versutta (che in 1,6 km ci porta alla chiesetta di S Antonio abate e alla fontana) e proseguiamo, superando la Loggia e la Chiesa parrocchiale, fino al termine dell’abitato, e, quando la strada curva decisa a DX, prendiamo a SX una stradina. Su tratto sterrato attraversiamo il passaggio a livello, torna l’asfalto, sottopassiamo la ferrovia, e all’incrocio andiamo a DX lungo via V. Veneto. Siamo a CASARSA DELLA DELIZIA. Alla rotonda andiamo dritti (a DX si vede la Stazione ferroviaria) e arriviamo al semaforo sulla SS 13 (fin qui km 22,1). Attraversiamo su passaggio pedonale e continuiamo dritti lungo la stretta via principale e al bivio (stele) subito dopo la Chiesa, (a DX si prosegue per 800 m per il Cimitero con la tomba di P.P. Pasolini) andiamo a SX in via Menotti fino alla rotonda dove proseguiamo per via Trieste che alla successiva rotondina continua sulla SX. Alle prime case di S. LORENZO voltiamo a DX nella stretta via della Pietra.

Seguendo sempre la strada principale e ignorando la strade laterali, arriviamo all’incrocio (a SX la sterrata via Muratti), dove continuiamo verso DX e poco dopo troviamo una piccola rotonda con una stele che supporta un mappamondo dorato. Proseguiamo a SX su asfalto lungo via Maiaroff, attraversiamo una strada talvolta trafficata e arriviamo ad una altra piccola rotonda dove andiamo a SX per via Fiolina che ci porta alle porte di VALVASONE. All’incrocio (fin qui km 28,3) proseguiamo di fronte (a DX c’è divieto) su strada che curva a DX e alla rotonda prendiamo a SX via Bando (a DX si entra in Piazza Mercato e nel centro di Valvasone). Allo Stop voltiamo a SX in via Risorgimento e all’incrocio andiamo a DX (indicaz. per S.Martino) lungo la SP 37. Arrivati ad ARZENUTTO, all’incrocio andiamo a SX lungo via Principale, al bivio continuiamo a DX e arriviamo in piazza Umberto1, (siamo a S.MARTINO AL TAGLIAMENTO, di fronte al Municipio). Andiamo a SX, seguiamo la piazza lasciando la Chiesa a SX e imbocchiamo via XX Settembre. Superiamo un piccolo incrocio, e poco dopo voltiamo a SX in via Richinvelda. In mezzo alla campagna,attraversiamo la località Bosco di Arichis e arriviamo all’incrocio con la SP 6 (fin qui km 34,7) che attraversiamo proseguendo dritti lungo il canale di irrigazione fino all’incrocio dove c’è la chiusa del canale.

Andiamo a SX e voltiamo subito dopo a DX (ponticello), sempre su strada asfaltata. Con un lungo rettilineo, fra grandi distese di vigneti, arriviamo all’incrocio dove giriamo a DX (ponticello) in via Delle Prese. Continuiamo dritti, costeggiamo un laghetto e la chiesetta di S. Antonio e entriamo a BARBEANO. All’incrocio, (fin qui km 41,9) andiamo a SX lungo via Montello, al bivio andiamo a DX in via Monte Hermada (fontanella sulla DX) e dopo 300m. voltiamo a DX in via del Torrente (indicaz. per Spilimbergo). Appena superato il ponte sul torrente Cosa, giriamo bruscamente a DX verso il campo sportivo e proseguiamo lungo via S. Maria del Bussolino. Superata la chiesetta, arriviamo all’incrocio dove andiamo a SX lungo via Concordia. Attraversiamo i binari, superiamo una moderna chiesina e usciamo sulla via Borgo Navarons che inforchiamo verso SX. Su viale alberato piuttosto trafficato arriviamo al semaforo. Siamo ormai a SPILIMBERGO. Attraversiamo la SS 464 e continuiamo di fronte lungo via della Repubblica, superiamo il semaforo (a SX si va alla ex stazione ferroviaria), alla rotonda andiamo a DX per via Mazzini e in breve sbuchiamo nella centrale piazza Garibaldi. Qui termina il ns percorso.

Da Sesto al Reghena abbiamo pedalato per 48,2 km

Percorso

Descrizione: Itinerario 3 - Da Sesto al Reghena a Spilimbergo

Partenza: Piazza Aquileia a SESTO AL REGHENA (PN)

Arrivo: Piazza Garibaldi a SPILIMBERGO (PN)

Lunghezza del percorso: km 48,2 circa

Tipologia di strada: pista ciclabile km 5,5; sterrato Km 6,2; asfalto restante percorso

Traffico: trascurabile, salvo qualche tratto

Difficoltà: percorso piano, tratti sterrati

Tipo di bicicletta: city bike, mtb, gomme larghe, camera d’aria a scorta

Segnaletica di percorso: non esiste

Criticità: no

Traccia GPX


Sito ufficiale del turismo e degli eventi in provincia di Pordenone
Attendere!
Stiamo recuperando i tuoi preferiti ...