comune di Andreis

Nelle abitazioni di pietre secolari tagliate a blocchi e incastonate l'una sull'altra, che alternano alla roccia il legno dei dalt – ballatoi in assi orizzontali - si può leggere ancor oggi la storia di questo antico e pittoresco borgo.

Sede del Centro Visite del Parco delle Dolomiti Friulane, offre la possibilità di splendide passeggiate naturalistiche e l’occasione di riscoprire le tradizioni e i costumi della Valcellina.

Nella prima domenica di settembre, in occasione di “Paesi aperti”, le silenziose stradine si animano di persone che accorrono a gustare i piatti tipici della tradizione locale, come la Peta.

Storia di Andreis

Dalle origini antiche, antecedenti al Mille, Andreis è il tipico borgo montano abitato da popolazioni della pianura in fuga dalle scorrerie dei barbari.

Non è chiaro a quando far risalire le origini di Andreis. La prima traccia documentale di Andreis risale al 996, quando l’imperatore Ottone III conferiva al vescovo di Concordia Benno diritti su diverse località della zona, tra cui le ville di Navarons, Tramonti e, appunto, Andreis. Sappiamo però che in epoca romana, la montagna friulana era collegata abbastanza bene alla pianura via fiume, per cui si può supporre che anche Andreis fosse frequentata, perlomeno da pastori e boscaioli e che sia stata fondata dalle popolazioni della pianura, in fuga dalle scorrerie dei popoli barbari.

Anche sull’origine del nome ci sono dei dubbi, ma è probabile che il toponimo Andreis derivi dal latino antrum, grotta, cui si sarebbe aggiunto in seguito il suffisso -asius. Andreis significherebbe, quindi, “luogo dove sono presenti numerose grotte”, ipotesi sostenuta dal fatto che in dialetto locale queste si chiamano proprio andres.

Per tutto il Medioevo, è stata sotto il controllo della pieve di Barcis, da cui si affrancò nel 1651.
centro storico
Scavata in un unico monolite roccioso, ha fornito acqua alla comunità di Bosplans ed alle genti di passaggio. La fontana è stata restaurata nel 1997 dal Comune di Andreis, su indicazione e con la collaborazione della Sopraintendenza per B.A.A.A.A.S. del Friuli Venezia Giulia, riporta incisa una poesia di Federico Tavan. Approfondisci
Manifestazioni principali
Paesi aperti
In una cornice autentica e insuperabile di montagne e boschi che circondano i borghi più antichi dei Comuni di Andreis e Frisanco, “Paesi Aperti“...
approfondisci
Da non perdere
Andreis fa parte del Parco Naturale delle Dolomiti Friulane , dove oggi...
Versione “aumentata” della pitina e della petuccia, con cui condivide la...
(testo tratto da SentieriNatura ) Dopo essere saliti ad Andreis, seguendo...

Un piccolo museo che documenta, attraverso l’esposizione di oggetti e la...
informazioni

Andreis

Via Gabriele D’Annunzio, 42
33080 Andreis

0427 76007
come arrivare
Calcola percorso da calcola
Sito ufficiale del turismo e degli eventi in provincia di Pordenone
Attendere!
Stiamo recuperando i tuoi preferiti ...