comune di Polcenigo

È la natura la vera regina di questo stupendo territorio. Dolcemente adagiato attorno al torrente Gorgazzo e al Livenza, Polcenigo emoziona e stupisce per i giochi di colori delle sue dolci acque al cambiar delle stagioni. La suggestiva sorgente carsica, nota come “El Buso” (il buco) è meta di sub e speleologi.

Nella prima domenica di settembre, da oltre trecento anni, si svolge la Sagra dei Sest (cesti) dedicata ai prodotti del vimini, giunco e rafia, ma il territorio offre occasioni di vista tutto l'anno e per tutti i gusti, dall'itinerario archeologico (nel borgo Palù vi sono i resti di un importante insediamento palafitticolo del Neolitico, dichiarato Patrimonio Unesco nel 2011) a quello naturalistico lungo il Livenza e alla scoperta del Parco di San Floriano; dalla passeggiata lungo le vie del centro, abbellite da splendidi palazzi veneziani del '5-'600, alla visita alle chiese medievali e santuari ancora più antichi.

Visualizza il video su Polcenigo e il suo territorio cliccando qui

Storia di Polcenigo

L'area è abitata fin dal Neolitico. Al confine tra il comune di Polcenigo e Caneva si trova, infatti, uno dei più importanti siti archeologici preistorici del nord Italia, il Palù del Livenza , dichiarato Sito Unesco nel 2011.

L'origine del nome Polcenigo sembra derivare da un toponimo prediale romano, Paucinius (“territorio appartenente a Paucinio”), il suffisso in "igo" lascia peraltro intendere anche una origine celtica, tuttavia esiste un’altra versione romantica e forse poco accreditata, secondo la quale nel 875 Carlo il Calvo assegnò con incarico militare questo prezioso posto di avvistamento ad un nobile del suo seguito, un conte di Blois di Francia.

Lo sviluppo dell'abitato è da sempre legato ai destini del Castello che sovrasta il borgo e che, dall'alto di una collina, sembra dominare la vallata.

centro storico
Nel centro di Polcenigo, sorgono rilevanti palazzi signorili cinque-seicenteschi, testimonianze di quanto la presenza veneziana abbia lasciato un'impronta durevole su queste terre.

Nel centro di Polcenigo, sorgono rilevanti palazzi signorili cinque-seicenteschi, testimonianze di quanto la presenza veneziana abbia lasciato un'impronta durevole su queste terre.

La piazza è dominata da Palazzo Fullini, appartenente alla ricchissima famiglia Fullini, che nel XVII secolo acquistò il titolo di conti di Cuccagna, Zucco e Partistagno dalla Repubblica di Venezia.

Proseguendo lungo Via Gorgazzo troviamo Palazzo Salice-Scolaridimora gentilizia del XVI secolo, completamente ristrutturata nel rispetto della sua originaria tipologia. Palazzo Salice-Scolari ha un caratteristico e originale giardino all'italiana. Il giardino è addossato alla collina retrostante Palazzo Salice-Scolari e vi si accede mediante un ponte che solca un torrente. Da un sentiero del giardino si accede a un punto panoramico da cui è possibile ammirare Polcenigo nella sua complessità architettonica e paesaggistica.

Lungo Via Coltura incontriamo una serie di palazzi del "Borgo di sotto" che meritano sicuramente una visita. Tra questi si distingue Palazzo Zaro che fu proprietà dei Manin. Questi lo comprarono dai Conti di Polcenigo, ma furono costretti a venderlo (insieme a una parte del titolo) per riscattare i fratelli Marzio e Gio Batta caduti prigionieri dei Turchi.

Approfondisci su Terre nobiliari dell'Alto Livenza

Leggi tutto »
Il castello di Polcenigo sorge in cima a una collina che, in posizione strategica, domina tutta la vallata. Una leggenda sostiene che nell'875 Carlo il Calvo assegnò, con incarico militare, questo prezioso posto di avvistamento ad un luogotenente del suo seguito, il conte di Blois di Francia.

Il castello di Polcenigo sorge in cima a una collina che, in posizione strategica, domina tutta la vallata. Una leggenda sostiene che nell'875 Carlo il Calvo assegnò, con incarico militare, questo prezioso posto di avvistamento ad un luogotenente del suo seguito, il conte di Blois di Francia.

È storica invece l'attestazione della donazione delfortilizio da parte dell'imperatore Ottone I al Vescovo di Belluno, che a sua volta investì del feudo il capitano d'arme Fantuccio, rappresentante di una famiglia che divenne quella dei conti di Polcenigo. Da allora, la fortezza diventa un vero e proprio castello medioevalecon cinta merlate, torri e camminamenti; in seguito sorse il borgo, la cui prima menzione storica si trova in un atto del 1200 con il quale i Signori Aldrigo e Guarniero di Polcenigo concedevano il permesso a chiunque di fabbricare una casa entro le mura del castello. Da allora il borgo si sviluppò sempre di più e si affermò anche economicamente, soprattutto dopo l'avvento della Repubblica di Venezia, nel 1420.

Distrutto da un incendio nel XVII secolo, il castello viene ricostruito verso la fine del secolo successivo, divenendo un lussuoso palazzo, quasi una sorta di villa veneta. Di questo edificio oggi purtroppo molte parti sono andate perdute: la cappella di S. Pietro, le dipendenze, il tetto, il salone da ballo e la scalinata di 365 gradini che scendeva fino al borgo.

Lavori di restauro ne hanno comunque conservato le mura perimetrali e tutto il suo fascino. Sono ora in corso lavori per il consolidamento dei muri di terrazzamento della collina al fine di renderla un parco pubblico.

Approfondisci su Terre nobiliari dell'Alto Livenza

Leggi tutto »
Manifestazioni principali
Sagra dei Sest - Sagra dei cesti
Nella prima domenica di settembre, da oltre trecento anni, si svolge la “Sagra dei Sest”, dedicata ai prodotti del vimini, giunco e rafia, un modo...
approfondisci
Da non perdere
La sorgente del Gorgazzo (affluente del Livenza) è un incantevole specchio...
La prima attestazione documentata di Mezzomonte risale al 963, quando questa...
Edificio dalle origini antichissime e luogo di culto da tempo immemorabile....

Fonte perenne che scaturisce dal massiccio calcareo delle Prealpi del...
Situata all’interno del parco di San Floriano, questa antica pieve dell'VIII...
A metà strada tra il borgo e il Castello sorge l'ex convento francescano di...

informazioni

Polcenigo

Piazza Plebiscito, 1
33070 Polcenigo

+39 0434 74001
come arrivare
Calcola percorso da calcola
Sito ufficiale del turismo e degli eventi in provincia di Pordenone
Attendere!
Stiamo recuperando i tuoi preferiti ...